Login | Registrati 0 prodotti € 0,00
Cerca il prodotto

Come scegliere il condizionatore

18/05/2018 17:08

Scegliere un  condizionatore non è una cosa semplice, occorre infatti effettuare tante valutazioni .Oggi i climatizzatori possono essere fissi o portatili ed in commercio ce ne sono tanti con classe energetica dalla A+  alla A+++.

La prima cosa da valutare è la potenza del condizionatore generalmente espressa BTU.

BTU infatti è l'acronimo di ( British Thermal Unit ),  ed Esprime l'energia Consumata dall' elettrodomestico per raffreddare o riscaldare un ambiente.

Maggiore sarà la potenza del condizionatore, più grande sarà l'ambiente che è riuscito a raffrescare o riscaldare; Per questo motivo, prima di acquistare un condizionatore è importante sapere quanti metri quadri dobbiamo trattare.

Per determinare la superficie da climatizzare occorre semplicemente moltiplicare larghezza per lunghezza della stanza ad esempio una camera di 4 x 3 avrà una superficie di 12 metri quadrati.

Per ogni metro quadro statisticamente sono necessari circa 300 BTU. Occorre inoltre effettuare alcuni fattori correttivi dovuti all'esposizione del locale .



Superficie della stanza in metri quadri

Potenza Nominale richiesta in kW

Potenza Nominale richiesta in BTU/h

fino a 10 m²

1,46

5.000

da 10 a 20 m²

2,05

7.000

da 20 a 30 m²

2,63

9.000

da 30 a 40 m²

3,51

12.000

oltre i 40 m²

5,27

18.000

 

Informazioni aggiuntive:

  • 1000 BTU/h equivalgono circa a 293 Watt (Esempio 9000 BTU corrispondono a 2637 Watt, pari a 2.637 KW)

  • 6000

    1,75 Kw

    7000

    2.050 Kw

    8000

    2.34 Kw

    9000

    2.64 Kw

    10000

    2.92 Kw

    12000

    3.51 Kw

  • Un BTU è l'unità di misura della quantità di calore richiesta per alzare la temperatura di 453,6 grammi di acqua da 3,8 °C a 4,4 °C.

Cos’è un climatizzatore INVERTER

Un climatizzatore tradizionale è di solito del tipo on-off ,questo vuol dire che accende o spegne il motore a seconda delle necessità,  la tecnologia inverter invece consente di erogare una potenza variabile in funzione della necessità dell'ambiente da climatizzare Questo significa che tanto più vicina è la temperatura  tra il climatizzatore e l'ambiente, tanto maggiore sarà il risparmio perché lui ridurrà il suo consumo al minimo. Questa tecnologia consente al climatizzatore di modulare i consumi arrivando a consumare qualche centinaio di watt durante le ore notturne